Torrevecchia Teatina. Antiche ruggini tra confinanti: getta benzina sul vicino, entrambi ustionati

Veleni e denunce tra confinanti che si trascinavano da una vita. Quelle vecchie ruggini ora sono sfociate in tragedia.

E' infatti degenerata, ieri pomeriggio, l'ennesima discussione fra vicini. Uno ha uno gettato sull'altro della benzina, dandogli fuoco, ma è poi stato investito da una fiamma di ritorno. Entrambi sono in gravi condizioni in ospedale, con ustioni di secondo e terzo grado su gran parte del corpo e sono in prognosi riservata. 

E' accaduto  a Torrevecchia Teatina (Chieti). Pomo della discordia un muro. Benito Penna, 80 anni, da sempre, crede che sia stato realizzato sottraendogli una ventina di centimetri di terra. L'anziano, in vena di vendette, ha gettato addosso al vicino, Vincenzo Mattioli, 64 anni, ispettore del lavoro in pensione, un secchio di liquido. Le fiamme, in un baleno, hanno avvolto la vittima,  che si è trasformata in una torcia, ma poi, inaspettatamente, hanno avviluppato anche l'altro. 

A lanciare l'allarme la compagna di Mattioli, che ha sentito urla strazianti. "Gli ha dato fuoco...", ha gridato al telefono ai soccorritori. Sul posto i vigili del fuoco e i carabinieri, oltre che gli operatori del 118. Le condizioni dei due sono preoccupanti. Penna è ricoverato a Pescara ed è indagato per tentato omicidio. Il 64enne è stato trasferito nel centro ustionati "San'Eugenio" a Roma. Una delle tante telecamere che Mattioli ha installato nella sua proprietà, anche per documentare bisticci, insulti e battibecchi, ha ripreso la scena: immagini sequestrate dalle forze dell'ordine. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2220

Condividi l'Articolo