Torrebruna. Tagliano bosco di conifere: sequestro e denunce
GUARDA LE FOTO

Sparito un bosco di conifere a Torrebruna (Ch), nel Vastese. E in tre sono stati denunciati. 

Il fatto è stato scoperto dai carabinieri del Nucleo investigativo di polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale e delle stazioni di Atessa (Ch) e Fara Filiorum Petri (Ch). I militari hanno scovato un "cantiere forestale" che non aveva l’autorizzazione regionale. Hanno rinvenuto il taglio di un bosco di conifere, su terreni, circa 13 ettari, precedentemente coperti da alberi da legno e abbandonati da anni. All’interno del bosco, impiantato negli anni Settanta, si era naturalmente insediata una vegetazione arbustiva ed arborea di latifoglie, a prevalenza di roverella e orniello che dimostrava l’abbandono delle tecniche colturali da oltre 15 anni.

Per la legge regionale numero 3 del 2014 "l’area sottoposta a sequestro va comunque ricondotta alla definizione di bosco in quanto a seguito di rinaturalizzazione spontanea ultraquindicinale, ogni intervento selvicolturale necessita di autorizzazione da parte della Regione".

Ai tre indagati è stata contestata l’esecuzione di lavori su beni paesaggistici in assenza di autorizzazione. Le sanzioni previste sono l’arresto fino a due anni e un’ammenda da 15.493 a 51.645 euro.   27 mag. 2021

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 1188

Condividi l'Articolo