Torino di Sangro. Tranciato e distrutto vigneto di consigliere di maggioranza
GUARDA LE FOTO

Un ettaro di vigneto distrutto. Le viti tagliate. E' stato un risveglio terribile quello di Giancarlo De Grandis, 52 anni, imprenditore agricolo e consigliere comunale di maggioranza a Torino di Sangro (Ch). Ieri mattina la scoperta. In contrada Quaglialatte, in una zona lontana dal centro del paese, l’appezzamento coltivato a vite è stato fatto a pezzi. “Chi è arrivato lì conosce bene la zona. Deve aver mirato, non ci si arriva lì facilmente…”, ci confida al telefono il sindaco Nino Di Fonso.

Sono stati tranciati, uno ad uno, quasi tutti i cavi di sostegno. Come se fosse arrivata una nevicata di quelle epocali e avesse appesantito il vigneto: tutto per terra. Uva adesso a terra. Con la raccolta alle porte è un gesto da mettere in ginocchio chiunque: 20 mila euro per ora i danni quantificati sul posto.

Solidarietà e disappunto nelle parole del primo cittadino: “Esprimo a nome mio e di tutta l'amministrazione comunale solidarietà e vicinanza al consigliere per il vile gesto intimidatorio subito. Buttare a terra un vigneto carico di uve ormai pronte per la raccolta non è solo un danno economico molto rilevante, ma anche un gesto che segna profondamente l'animo di chi, come Giancarlo, si dedica con amore e passione al proprio lavoro, alla propria azienda, alla propria terra. Io, l'amministrazione ma anche tutti gli agricoltori di Torino di Sangro ci ribelliamo a questi attacchi, fatti da vigliacchi che sanno agire solo nell'ombra”.

Ieri mattina De Grandis ha inoltrato la denuncia ai carabinieri della locale stazione e per questo – continua Di Fonso – “confidiamo nell'opera delle forze dell'ordine, che sapranno assicurare alla giustizia i responsabili”

Stamattina, insieme a cinque operai De Grandis è già all’opera per rimettere su il vigneto. "Mai ricevuto minacce o intimidazioni. Ieri mattina mi hanno avvisato di correre al terreno. Una situazione indescrivibile. Un danno gravissimo per la mia attività. Adesso sono già qui con operai a cercare di limitare i danni. Questa è la mia vita", ci ha dichiarato De Grandis al telefono poco fa.

Poi la dichiarazione-rivelazione:"C’è un clima un po’ pesante in paese - dice ancora il sindaco -: mesi fa ad altri due consiglieri comunali sono state rigate la auto".

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 6738

Condividi l'Articolo