Coronavirus. Atessa. Girotondi e balli di gruppo in piazza in 'zona rossa': decine di multe

Girotondi e balli di gruppo, ad Atessa (Ch), finiti nel mirino delle forze dell'ordine.

Quasi tutti identificati i giovani che, nel pomeriggio del 25 aprile scorso, con la "zona rossa" a causa del Covid-19, hanno improvvisato  balli nella centrale piazza Garibaldi, violando tutte le norme anti coronavirus. Per un po' ecco una mini discoteca all’aperto con tanto di "trenino" che, sotto le note della nota canzone "Disco Samba", ha scorrazzato davanti ad un locale pubblico.

Circa quindici minuti di danze e canti (GUARDA IL VIDEO) snobbando il rispetto delle distanze di sicurezza e dell’uso delle mascherine,  con una quindicina di partecipanti, tra uomini e donne, di età compresa tra i 18 e 32 anni, alcuni dei quali  tenevano anche in mano un bicchiere di birra. "Il gesto, per l’eccessiva platealità, - spiegano le forze dell'ordine - aveva subito generato aspre critiche tra i presenti e  tra molti residenti che avevano segnalato il fatto, tant’è che sul luogo furono state inviate due pattuglie della compagnia carabinieri di Atessa la cui presenza era stata comunque sufficiente per interrompere velocemente gli assembramenti che si erano creati". Sono scattate le indagini. 

Ai partecipanti alla festicciola, finora una decina quelli stanati, si è arrivati tramite i numerosi filmati presenti sui social, diventati subito virali e alcuni dei quali postati dagli stessi interessati, ma poi velocemente rimossi. A loro saranno notificate sanzioni amministrative da 400 euro. E' in corso l’identificazione di almeno altre cinque persone.

"Appare evidente che, pur comprendendo il bisogno di riacquisire quella libertà che la pandemia ha notevolmente limitato, - dice il capitano dei  arabinieri di Atessa, Alfonso Venturi - tali comportamenti, che vanno contro il buonsenso, non possono essere condivisi, poiché mettono a repentaglio gli sforzi fatti e i risultati fino ad ora raggiunti, che non devono essere vanificati. Per tale motivo, gli eccessi saranno sempre sanzionati, ove possibile nell’immediatezza ma anche mediante immagini che si acquisiranno successivamente".  08 mag. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4743

Condividi l'Articolo