Lanciano. Per le mattonelle a pezzi di Corso Trento e Trieste partito il ricorso ai giudici
GUARDA LE FOTO

Corso Trento e Trieste con mattonelle che continuano a saltare e vengono sostituite da lingue d'asfalto...

Il Comune di Lanciano (Ch) passa ora all’azione giudiziaria ed ha proposto un ricorso per accertamento tecnico preventivo, ex articolo 696 bis, innanzi al Tribunale di Lanciano "per la verifica dell’entità dell’inadempimento della ditta appaltatrice dei lavori  a fronte dei palesati e denunciati vizi, nonché del pericolo concreto di rovina dell'opera e delle attività necessarie per il ripristino della naturale funzionalità dell'opera stessa per renderla complessivamente realizzata a regola d'arte; in ogni caso previo tentativo di composizione della lite così come previsto dal rito".

Si tratta di un procedimento cautelare che serve a determinare le cause tecniche che hanno determinato un vizio. L’opera, inaugurata nel 2018, è costata un milione e 316 mila euro, con i primi due tratti eseguiti dalla Edilizia e Strade srl di Campobasso.

Lo scorso settembre l'ex sindaco Mario Pupillo, attraverso la stessa avvocatura comunale, ha  presentato un decreto ingiuntivo contro la compagnia di assicurazioni e riassicurazioni R. City Insurance con la quale la ditta realizzatrice aveva acceso una polizza fidejussoria di 25 mila euro a garanzia della rata di saldo dei lavori.

Con l'esponenziale aumento delle mattonelle in gres sconnesse e che saltano costantemente, il Governo cittadino è passato all'azione giudiziaria come annunciato poco dopo l’insediamento della nuova amministrazione. Il progetto di riqualificazione del corso principale di Lanciano, del 2013,  e i successivi lavori per la realizzazione della nuova pavimentazione, ispirata al gioiello abruzzese della "Presentosa", è stato voluto e realizzato dalla passata amministrazione di centrosinistra. Dure le critiche per le rotture e per l'asfalto sostitutivo, specie nelle intersezioni carrabili di via De Crecchio e via Dalmazia. 07 gen. 2022

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2029

Condividi l'Articolo