Finisce a pugni a Lanciano sulla pista ciclopedonale di via Del Mare: aggredito invalido

Finisce a botte sulla pista ciclopedonale di via del Mare a Lanciano (Ch).

E' successo l'altra sera, 18 luglio. Erano circa le 20 e una Renault Clio, guidata da M.A., di 23 anni, di Lanciano, invalido, all'altezza di "Acqua e sapone", ha imboccato via Marzabotto, per poter poi sbucare su via Panoramica. "Ho visto - racconta il giovane ad Abruzzolive.tv - un ragazzo che, sulla ciclabile, procedeva nella mia direzione impennando. Con cautela, quindi, ho effettuato la svolta". Il teen ager sulla bici, che pare sia un 17enne del posto, ha visto la manovra e, pur non correndo alcun pericolo, si è spaventato e ha sterzato, ma - stando al racconto dei testimoni - non è neppure caduto. Nonostante ciò, inalberato, ha cominciato a insultare l'altro... "Mongoloide, ma dove vai? Mi stavi mettendo sotto...".

Il conducente della vettura a quel punto si è fermato ed è sceso. Sul posto si è radunato un capannello di gente. L'adolescente ha continuato a sputare offese e, ad un certo momento, ha spintonato l'automobilista, che ha ricambiato il gesto. A quel punto è scattata l'aggressione. Il biker ha preso a pugni l'altro: giù colpi in faccia... sugli occhi, sul naso e sulla bocca.

C'è voluto l'intervento di una commerciante del posto e del figlio, che hanno assistito alla scena, per separarli. La mamma dell'improvvisato boxer, invece di intervenire per dirimere la lite, se l'è presa con l'altro: "Ti sei fatto picchiare da un ragazzo di 17 anni", ha buttato lì.

Nel frattempo ecco la polizia. Ma prima che la Volante con gli agenti arrivasse, il ciclista e i suoi familiari si sono dileguati. Mentre il 23enne è finito al Pronto soccorso, con il volto tumefatto. Sull'accaduto ci sono indagini in corso, anche per identificare e trovare il minorenne. Nel frattempo il giovane aggredito ha sporto denuncia. 20 lug. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 11039

Condividi l'Articolo