Pescara. Picchia e rapina il padre al Dopolavoro ferroviario: arrestato

Armato di machete ha rapinato il padre, che si trovava con altre persone nel Dopolavoro ferroviario di corso Vittorio Emanuele, a Pescara, ed è stato perciò arrestato dalla polizia, dalla Volante e dal Reparto prevenzione crimine.         

Il fatto è successo ieri pomeriggio in pieno centro: in manette è finito un 35enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, che è stato sorpreso dagli agenti in possesso di un grosso machete di ferro, lungo 50 centimetri, nonché di un coltello a serramanico e di 95 euro in contanti.

L’uomo, una volta entrato nel locale, ha minacciato di morte i presenti, picchiando il padre, che era lì, e procurandogli lesioni. Dal genitore si è poi fatto consegnare il denaro in suo possesso (circa 100 euro) per scappare via.

Il  giovane dovrà adesso rispondere di rapina aggravata, lesioni personali, minacce gravi e porto ingiustificato di armi atti ad offendere.

@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 551

Condividi l'Articolo