Omicidio a Pescara. Trovato in una pozza di sangue, dopo pestaggio

E' stato trovato in una pozza di sangue, sul pianerottolo di una palazzina del cosiddetto Ferro di Cavallo, nel quartiere Rancitelli, a Pescara. Poi è morto in ospedale, quasi certamente a causa di un pestaggio.

Il decesso nella tarda mattinata al Pronto soccorso. E' la fine, su cui ci sono indagini in corso da parte della polizia, di un uomo di 35 anni rinvenuto agonizzante, con ferite e lesioni, nel complesso di case dove sono state aggredite, nei mesi scorsi, troupe della Rai e di Mediaset, delle trasmissioni "Popolo sovrano" e di "Striscia la notizia". Le sue condizioni erano disperate: inutile ogni tentativo di rianimarlo. 

Il giovane, con problemi di tossicodipendenza, ha il viso talmente sfigurato da rendere persino difficile la sua identificazione. L'ipotesi è quella di una brutale aggressione. 

Sulla vicenda c'è il massimo riserbo da parte degli investigatori, impegnati in tutti gli accertamenti. Il sostituto procuratore che si sta occupando del caso è Paolo Pompa. Nel complesso è al lavoro la polizia, con il supporto dei carabinieri. Insieme con i vigili del fuoco sono stati ispezionati due appartamenti. Arrivati anche gli specialisti della Scientifica di Ancona. 

RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4931

Condividi l'Articolo