Pescara. Ladra di preziosi arrestata: era lo spauracchio dei gioiellieri

Era una ladra seriale, colpiva le gioiellerie di Pescara, delle quali era diventata l'incubo, e ora è stata arrestata. Nei guai una 52enne di Pescara, residente in provincia di Chieti, accusata di furto con destrezza. E' stata fermata dagli agenti della Mobile.

Nei primi mesi di quest'anno, fingendosi cliente, aveva messo a segno, o tentato, furti in sei diverse rivendite di preziosi di Pescara e provincia. La tecnica era collaudata: lei si presentava in negozio dicendo di voler acquistare un bracciale, una catenina o un anello. In alcuni casi, per dare ancora più credibilità alla messinscena, sosteneva di essere amica di clienti abituali. In due occasioni c'era anche un'amica, una 57enne del Chietino, a spalleggiarla e ad aiutarla.

A quel punto, quando le si mostrava monili che l'interessavano, lei riusciva abilmente a distrarre il titolare della rivendita o il commesso di turno e ad impossessarsi dei preziosi, senza che questi ultimi, nell'immediatezza, si accorgessero di alcunché. Infilava gli ori nella borsa e via, uccel di bosco. 

Grazie anche alla visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza installate nelle gioiellerie, la polizia, raccolte le denunce, è riuscita a dare un nome alle donne, poi riconosciute dalle vittime in sede di individuazione fotografica. Il giudice presso il Tribunale di Pescara, Nicola Colantonio, ritenendo sussistente il pericolo di reiterazione del reato, ha disposto nei confronti della protagonista dei colpi, la misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 866

Condividi l'Articolo