Ortona. Violenza in spiaggia. Il somalo fa scena muta davanti al giudice
Non ha risposto alle domande il ventenne somalo che ieri ha violentato sulla spiaggia di Cintioni, tra San Vito ed Ortona (Ch), una donna di 68 anni che era solita scendere al mare per passeggiare e godersi i raggi del sole. Shaieb Saleban Nuur, che si trova da un anno in Italia e che da poco gode dello status di protezione sussidaria, dopo essersi denudato in strada a San Vito per masturbarsi, si è diretto sulla battigia. Ha camminato per un pezzo fino ad incappare nella signora che ha aggredito. Lei, illividita e che ha riportato anche un trauma cranico, ha resistito, gli ha tirato i capelli, e sembra che sia riuscita a divincolarsi e a fuggire in acqua prima che lui riuscisse definitivamente ad abusarne. A quel punto sono arrivati i carabinieri, che hanno portato in salvo la signora, ora ricoverata in ospedale, dove è stata sottoposta anche ad accurati accertamenti cardiaci. L'africano è stato arrestato.

Il giovane immigrato è stato sentito dal gip di Chieti, Luca De Ninis, a cui però non ha detto nulla. Il pm Giuseppe Falasca ha chiesto che l'uomo, difeso dall'avvocato Emiliano Palucci, resti in prigione.
16 novembre 2018

@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 600

Condividi l'Articolo