Ortona. Si sfrena auto, tenta di bloccarla: donna di Lanciano travolta e scaraventata in mare

Si erano fermate al porto di Ortona (Ch). Ma all'improvviso l'auto con cui erano arrivate sul posto si è sfrenata ed è finita in mare, dopo aver travolto la proprietaria che si era parata davanti al mezzo nel tentativo di bloccarlo. Ora lei, di 32 anni, A.B., è ricoverata in ospedale a Pescara, in prognosi riservata. 

Nottata infernale quella tra sabato e domenica per due amiche di Lanciano (Ch).

Le donne sono giunte intorno alle 3 con una Jeep Renegade che è stata lasciata in sosta nell'area dello scalo di alaggio. Sono scese per prendere una boccata d'aria e, secondo le forze dell'ordine, forse anche per un selfie. Nel frattempo la vettura si è inaspettatamente messa in movimento, infilandosi nel tracciato, in leggera pendenza, in cui vengono tirate in mare le imbarcazioni. La giovane ha tentato di fermarne la corsa, mettendosi dinanzi al veicolo, che l'ha investita e scaraventata in acqua, dove è si è catapultata anche la macchina, che è affondata.

E' stato un pescatore, che era in zona e che ha assistito alla terribile scena, a tuffarsi, nonostante l'oscurità, e a salvare la donna, che altrimenti, essendo gravemente ferita, sarebbe annegata. 

Sono stati allertati i soccorsi. Intervenuti i sanitari del 118 che hanno portato la malcapitata in ospedale, a Pescara, dove è ricoverata in prognosi riservata per numerose fratture - alla testa e al bacino - e per vari traumi. Non è in pericolo di vita. 

Sul posto anche i vigili del fuoco, che hanno tirato fuori e portato l'auto in secca, e i carabinieri della compagnia di Ortona, che hanno avviato indagini assieme alla Capitaneria. 28 mar. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 13021

Condividi l'Articolo