Ortona. Sequestrati 70 chili di vongole finite nell'auto di un comandante di barca

Hanno preso vongole in eccesso e queste, caricate sulla macchina del comandante, stavano per finire sul mercato nero. Ma le irregolarità sono state scoperte. E oltre 70 chili di vongole sono state sequestrate dalla  dalla Capitaneria di porto di Ortona (Ch).

I marinai di una vongolara, di rientro dalla battuta di pesca, esaurito il quantitativo massimo assegnato  per la tutela delle risorse ittiche e venduto tutto, "hanno tentato - spiega la Guardia costiera - di immettere sul mercato dei quantitativi fuori quota, lucrando sulle mancate dichiarazioni e sulla possibilità di vendere senza il rispetto delle procedure previste per la tracciabilità e la qualità igienico/sanitaria del prodotto". Così hanno spostato l’imbarcazione in un posto d’ormeggio apparentemente più defilato e hanno caricato diversi sacchi nel cofano della vettura del comandante della barca. Ma appostati c'erano i militari in borghese. Le vongole sono state requisite e rigettate in acqua dalla Guardia costiera e a carico del comandante e dell’armatore della vongolara sono scattate sanzioni per oltre 5mila euro.

Sotto accusa, ancora una volta, "gli operatori del settore che, evidentemente, e nonostante le difficoltà, continuano a preferire il mercato in nero con danno per tutta la categoria. Dopo un lungo periodo di stop per carenza di risorse ittiche, c’è ancora qualche pescatore che, cercando di eludere regole e controlli, continua a danneggiare l’intera categoria, pescando più del dovuto, ed alterando il prezzo sul mercato, aggirando anche le fondamentali procedure a tutela della salute dei consumatori". 

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 942

Condividi l'Articolo