Fossacesia. Quasi rissa per gli ombreggi stagionali: se li contendono in 41. Ricorso al Tar

E' quasi... rissa per accaparrarsi gli ombreggi sul lungomare di Fossacesia (Ch).

Per il rilascio delle concessioni demaniali marittime stagionali che coloreranno l’estate si dovrà, infatti, aspettare il 28 maggio prossimo, quando il Tar, entrando nel merito della vicenda, deciderà se accogliere il ricorso presentato da alcuni operatori turistici, che contestano il bando sugli ombreggi. 

Ieri intanto sono stati resi noti i "finalisti" delle aree assegnate direttamente senza gara: in quattro hanno presentato domanda. E se la sono aggiudicata. Ma tornando agli ombreggi contesi... Tredici le aree messe a bando dal Comune, e ben quarantuno le domande arrivate per la gestione. In cinque, che negli anni precedenti avevano già avviato l’attività di ombreggio sulla spiaggia, si sono rivolti ai giudici del Tribunale amministrativo regionale, in forza di una norma  che prevederebbe, a seguito dello stato di emergenza dovuta alla diffusione del Covid-19, e per il sostegno e rilancio dell’economia, la riassegnazione in automatico delle concessioni a coloro ai quali sono state rilasciate nell’anno precedente e per il medesimo lotto.

A seguito di tale ricorso il Comune ha immediatamente bloccato l’iter di assegnazione delle aree. Poi ecco l’intervento dell’associazione di promozione sociale "I trabocchi", che raggruppa molti operatori turistici di Fossacesia, che ha sollecitato il Comune a procedere comunque ad una prima scrematura delle domande attraverso l’apertura delle buste, in modo da comporre una graduatoria tra coloro che rispondono ai requisiti richiesti. Una volta terminato questo passaggio, per coloro che avranno ottenuto parità di punteggio per la medesima area, si procederà con la licitazione privata, quindi attraverso la presentazione in busta chiusa di un’offerta economica. Questo per evitare di perdere altro tempo, e consentire di attrezzare e aprire il prima possibile i tredici lidi. "A questo punto, - concludono dal sodalizio -la parola passa ai giudici: se il ricorso non dovesse essere accolto, si procederà con l’apertura delle buste e l’assegnazione delle concessioni stagionali al miglior offerente; diversamente, torneranno nelle disponibilità dei precedenti affidatari". Il Comune ha riconosciuto valide le motivazione addotte dall’associazione e  sono stati aperti i plichi che inizialmente l’Ufficio Demanio aveva deciso di... congelare in attesa del responso del Tar. Adesso attenzione rivolta al Tar, per capire quando e soprattutto chi animerà l’estate del tratto di costa frentana più gettonato degli ultimi anni.  26 mag. 2021

Maria Isabel Aganippe e Linda Caravaggio

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 5771

Condividi l'Articolo