I Nas di Pescara sequestrano centinaia di capi di bestiame nell'Aquilano

Maxi operazione dei carabinieri del Nas di Pescara che tra le province di Chieti e L'Aquila hanno sequestrato 250 chili di carne equina e 272 capi ovini e bovini nell'ambito di apposite verifiche sulla filiera della carne.

Nel Chietino i militari hanno individuato un sito di macellazione abusivo, in cui venivano detenuti 4 quarti di equide, del peso di circa 250 chili, macellato abusivamente. L’intero quantitativo è stato sequestrato, con la proprietaria della struttura che è stata denunciata.

 Due, invece, i blitz nell'Aquilano. I Nas, con il supporto dei carabinieri di Sulmona, hanno individuato un allevatore che acquistava pecore di illecita provenienza e provento di furto. L’indagine è scattata nel 2018 in Veneto, per portare infine i militari abruzzesi a scoprire l’allevatore, che è stato segnalato alla Procura per falsità materiale, soppressione, distruzione e occultamento di atti, ricettazione e adulterazione di sostanze alimentari.

 Inoltre nei suoi confronti è stato emesso un provvedimento di sequestro preventivo, vincolando 30 capi di bestiame con marchi auricolari contraffatte. Inoltre sono state individuate 181 pecore non correttamente identificate, con il conseguente divieto di movimentazione delle stesse.

 Sempre in provincia di L’Aquila hanno posto sotto vincolo sanitario 61 capi bovini da carne, privi di idonea identificazione e di documentazione attestante l’avvenuta profilassi. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 885

Condividi l'Articolo