Lanciano. Questa mattina l'ultimo saluto all'avvocato De Vincentiis

E' di questa mattina l'ultimo saluto di Lanciano (Ch) all’avvocato Francesco De Vincentiis, 66 anni, deceduto in ospedale a Pescara dove era ricoverato per una grave malattia che lo affliggeva da oltre un  anno e dove ha contratto anche il Covid-19.

I funerali nella cattedrale della Madonna del Ponte. Alla famiglia - lascia la moglie Maria Grazia e i figli Claudia e Marco - si sono stretti parenti, amici, colleghi e anche sindaci del territorio. E' deceduto nel giorno di Pasqua. Tanto lo sgomento che ha suscitato a Lanciano e in tutto il circondario, l’improvvisa fine. "Professionalità, discrezione, buono, cordiale e un gran lavoratore": è il ricordo del suo sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, che conosceva molto bene il legale, che, per tanti anni, ha prestato la sua attività lavorativa nell’ufficio dell’avvvocatura del Municipio di Lanciano, fino all’ottobre del 2019  quando aveva abbracciato la vita di pensionato, che avrebbe avuto tutto il diritto di godersi, ma, purtroppo, non è stato così.

Le parole di Pupillo: "Era un avvocato imparziale, capace di non esprimere giudizi senza conoscere o sapere. Francesco era una persona di altri tempi, un gentiluomo, innamorato della sua città e collaboratore ammirevole. Quando morì il suo papà, il mitico Tanino, per generazioni di lancianesi e non solo maestro di musica, educatore, motivatore di tanti giovani avviati alla musica con la sua Banda, Francesco venne nel mio studio, emozionato e con gli occhi lucidi mi consegnò il trombone di suo padre, che aveva espresso la volontà di donarlo al sindaco. Quel trombone era il protagonista dello spettacolo "Tapù, lu trumbone d’accumpagnamente" di Modesto della Porta, allestito dalla mia compagna teatrale. Tanino, in scena, vestito da maestro di banda, articolava le note fra una poesia e un’altra. Ci abbracciamo commossi, fraternamente: oggi quel trombone è nell'ufficio del sindaco di Lanciano, ogni giorno accompagna le gioie e i dolori di questo servizio alla comunità. E' un ricordo che mi legherà per sempre a Francesco, l'avvocato gentiluomo".  06 apr. 2021

Linda Caravaggio

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2290

Condividi l'Articolo