Vaiolo delle scimmie: morto a Cuba comandante carabinieri di Pescara

Ucciso dal vaiolo delle scimmie, come conferma anche il ministero degli Affari esteri.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

Così è morto Germano Mancini, 50 anni, neo comandante della stazione carabinieri di Scorzè, comune della città metropolitana di Venezia. Era originario di Pescara e risiedeva a Noale. Era separato e con un figlio. Da poco più di due mesi dirigeva la caserma, dove però sprestava servizio da 16-17 anni.

E' deceduto domenica sera mentre era in vacanza a Cuba.

Era arrivato sull’isola, insieme con un gruppo di amici, lo scorso 15 agosto. Ferie in un posto esotico. Appena due giorni dopo ha cominciato a stare male, tanto che, il 18 agosto, è stato necessario ricoverarlo all’ospedale.

"E' un primo caso di vaiolo delle scimmie sull'isola": aveva annnunciato, il 20 agosto, il ministero della Salute pubblica dell'Avana, precisando che era in "condizioni critiche" e che aveva "subito un arresto cardiaco". "Si tratta di un paziente maschio, di nazionalità italiana, arrivato come turista". "Durante la sua permanenza - aveva ancora detto - ha alloggiato in una casa in affitto e visitato diverse località delle province occidentali del Paese", per cui sarebbe stato necessario "svolgere un'indagine epidemiologica per rintracciare altri, possibili contagiati".

Dopo una prima crisi cardiaca, il militare è stato trasferito in Terapia intensiva, perché in pericolo di vita. E' peggiorato, fino alla crisi respiratoria che lo ha ammazzato. La Farnesina dice che si tratta di un caso fatale del virus. Sono comunque in corso accertamenti. 22 ago. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3625

Condividi l'Articolo