Montesilvano. Armati di fucili, assaltano il portavalori

Impugnando fucili a piombo hanno afferrato il denaro e se la sono svignata. Paura stamattina a Montesilvano (Pe) per una rapina a un furgone portavalori dell'Ivri avvenuta intorno alle 7, nel parcheggio della Banca di Credito Cooperativo, in via Vestina. Fortunatamente non ci sono stati feriti. Sul posto i carabinieri, la polizia municipale e il 118.

In azione una banda di quattro malviventi che, con il volto travisato da un passamontagna, e armi in mano,  hanno assaltato e disarmato due guardie giurate che in quel momento erano scese con un plico contenente ben 60.000 euro, pari ai versamenti di una società di vendita di carburanti.

 La banda aveva pianificato il colpo nei minimi dettagli: le guardie giurate, appena scese dal mezzo blindato, sono state spinte a terra e costrette a consegnare non solo i soldi ma anche le pistole di ordinanza. L 'autista, invece, come da prassi è scappato. Ora le forze dell'ordine indagano a tutto campo.

 Il segretario regionale dell' Ugl Sicurezza Civile , Fabio Urbini , dice: "Siamo vicini ai colleghi che hanno subito la rapina. Ad oggi purtroppo, nonostante le nostre numerose richieste, non abbiamo mai avuto l’attenzione delle autorità, e i lavoratori sono stati abbandonati, a discapito delle necessità delle committenti che, con l’avvallo degli istituti di vigilanza, dettano le regole e gli orari di consegna specifici in violazione dell’81/08, esponendo di fatto i lavoratori a rischi come quello di oggi, visto che non era difficile prevedere l’ora in cui il furgone da anni è obbligato a transitare in quella banca".

 Urbini fa anche sapere che è stata immediatamente reiterata una nuova richiesta di incontro alle Prefetture e Questure di Chieti e Pescara per discutere le criticità del settore specialmente sotto il periodo di Natale, quando si assiste a un innalzamento della circolazione del contante.

Redazione Pescara
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 542

Condividi l'Articolo