GUARDA LE FOTO
Il maltempo colpisce l'Alto Sangro e diversi centri del Parco nazionale d'Abruzzo. Nubifragi e vento forte hanno messo a dura prova alcuni paesi che si sono pure ritrovati senza energia elettrica. Tante le chiamate ai vigili del fuoco e ai carabinieri di Castel di Sangro (Aq). Il fiume Sangro ha straripato in più punti e a Villetta Barrea (Aq) la piena ha distrutto un ponte per l’attraversamento pedonale. Attivato il Coc (Centro operativo comunale) per l’emergenza. Allerta e danni anche ad Opi, Pescasseroli, nella zona lacustre di Scanno e a Villalago. Alcuni anziani sono stati costretti ad abbandonare le proprie abitazioni per l'acqua alta. Attività commerciali allagate. Le raffiche di vento hanno fatto cadere rami e abbattuto alberi che sono piombati su automobili in sosta. Problemi anche per gli animali: diversi esemplari, sia da allevamento che selvatici, sono rimasti bloccati nel fiume in piena. 

Intanto per domani sono sei le regioni in allerta rossa - Liguria, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Abruzzo - e tutta Italia interessata da burrasche di vento. E' lo scenario meteo previsto per le prossime ore dal Dipartimento della Protezione civile. L'avviso prevede temporali localmente anche molto intensi e accompagnati da grandinate, fulmini e vento. Le precipitazioni risulteranno particolarmente intense sui settori alpini, prealpini e pedemontani. Attesi venti con raffiche da burrasca a tempesta. Anche l'Abruzzo quindi ha innalzato il livello di rischio idrogeologico e idraulico, passando da arancione a rosso. In particolare l'allarme riguarda la Marsica e il bacino alto del Sangro. L'allerta arancione rimane invece sul bacino dell'Aterno.
28 ottobre 2018

Le foto sono riferite a Villetta Barrea e sono prese da Facebook
@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 3364

Condividi l'Articolo

Articoli correlati