Malore in bici. Muore avvocato di Torricella Peligna

Terminato ieri sera il lavoro in studio ha inforcato la bicicletta, che tanto amava, e si è fatto un giro da Torricella Peligna verso la vicina Montenerodomo (Ch). Improvvisamente, attorno alle 20.30, si è accasciato al suolo colpito da malore. Un infarto che non ha lasciato scampo all’avvocato Gianfranco Di Iorio, 67 anni da compiere a ottobre.

I soccorsi sono stati repentini; è stato prima soccorso da un medico che abita nelle vicinanze poi sono giunti i sanitari del 118. Neppure il defibrillatore ha fatto il miracolo di salvargli la vita. Attoniti colleghi del Foro di Lanciano e compaesani per la scomparsa del legale, che da tempo non frequentava personalmente il tribunale di Lanciano e si faceva sostituire. Esperto di diritto amministrativo, presenziava invece i più importanti procedimenti dinanzi a Tar e Cassazione. Nel 1999 l’avvocato Di Iorio ha perso il figlio dodicenne per una grave malattia e da allora è cambiato, chiuso in un immenso dolore.

"Questa mattina una triste notizia ci ha raggiunto – dice la presidente dell’Ordine degli avvocati di Lanciano, Silvana Vassalli. E' scomparso improvvisamente il collega Gianfranco Di Iorio. Uomo e avvocato onesto, serio, competente, gentile e rispettoso. Stimato da colleghi, magistrati e da quanti erano da lui assistiti, sia enti pubblici che privati cittadini. Mai uno screzio o conflitto nel corso della sua professione. La vita non è stata benigna nei suoi confronti, sottraendogli il suo unico ragazzo. Da quel giorno il nostro Gianfranco ha dedicato tutta la sua vita al lavoro e alla memoria del figlio sottratto. Pur non frequentando più le aule del tribunale di Lanciano, non ha mai smesso di rispettare e collaborare con tutti noi. La sua chiara fama di valente avvocato l'ha conquistata con studio costante e approfondito, senza compromessi né amicali e tantomeno politici. Il Foro di Lanciano sentirà la sua mancanza e lo additerà per sempre come fulgido esempio per le generazioni future dell'avvocatura. Partecipiamo al dolore della moglie Maria Laura Porreca e dei familiari tutti".

In lutto Torricella Peligna, con i social traboccanti di messaggi di cordoglio e di ricordi. "Siamo tutti increduli per questa tragedia. Fa tanto male; l’assenza di Franco sarà una voragine incolmabile per tutti noi che abbiamo avuto il privilegio di averlo come amico. Mi si stringe il cuore...", si legge in uno dei tanti post su Facebook.

Il sindaco Carmine Ficca dice: "Era di altissimo profilo morale, pacato, saggio e sempre disponibile. Un punto di riferimento per il territorio, non solo professionale". Funerali domani, sabato, alle ore 10.30, nella chiesa di San Giacomo Apostolo.

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 9892

Condividi l'Articolo