Le chiede soldi per non diffondere su internet foto ose': arrestato

Le ha chiesto 200 euro per non pubblicare sul web foto e video che la ritraevano in atteggiamenti osé, compromettenti e che sosteneva di aver creato grazie a un particolare software. Era  una truffa, ma tanto è bastato a spaventare la vittima, una 48enne di Pescara, che ha subito denunciato il suo estorsore, facendolo arrestare dalla polizia. In manette è finito un 35enne residente in provincia, già noto alle forze dell’ordine per rapina e furto con strappo.

Il giovane ha approcciato la donna su Facebook e ha iniziato a farle delle avances, subito rifiutate dalla malcapitata. A quel punto lui le ha fatto credere di essere parte di una più ampia organizzazione, capeggiata da un fantomatico “boss” che, a pagamento avvenuto, avrebbe fatto scomparire per sempre quei contenuti hard. In realtà, come detto, quelle foto e quei video non esistevano: il 35enne aveva anche dato appuntamento alla sua vittima in un bar vicino al casello autostradale A14 di Pescara Nord per farsi consegnare i soldi.

La 48enne si è presentata all’incontro, ma con lei c’erano anche gli agenti della Mobile che, seduti a qualche tavolo di distanza, sono intervenuti bloccando il malviventi in flagrante, cioè con i soldi in mano. Le indagini proseguono per verificare se il giovane possa essersi reso autore, anche in passato, di condotte analoghe.

Redazione Pescara

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 763

Condividi l'Articolo