Lanciano, Ztl nella polemica: 'E' tutto ok' precisa l'assessore Caporale. Ascom replica: 'Studiate!'

Ma quale Ztl irregolare! E' circostanziata e... a norma di legge la replica dell’assessore al Traffico del Comune di Lanciano, Francesca Caporale. Oggetto del contendere, fino allo sfinimento: la Ztl.

E la replica dell’assessora è verso l’associazione di consumatori Ascom Abruzzo che nei giorni scorsi ha nuovamente messo in dubbio la legittimità della Ztl con i pannelli luminosi. “A seguito del sopralluogo effettuato il 5 febbraio 2018, con relazione redatta il 20 febbraio 2018, il ministero dei Trasporti -Provveditorato delle Opere pubbliche Abruzzo ha evidenziato, in seguito alla visita in città, come "le Ztl ad oggi costituite siano correttamente regolamentate".

E potrebbe bastare. Invece, la Caporale aggiunge: "Nella nota ministeriale si precisa inoltre che i pannelli a messaggio variabile dovranno riportare la dicitura "Ztl attiva-Ztl non attiva": E così sarà. Anche se il pannello luminoso in prossimità dell’ingresso in corso Roma è difettoso da giorni: ma sono già state attivate le procedure di riparazione tant’è che a breve il pannello, con sospensione intanto di sanzioni per passaggi di mezzi non autorizzati, tornerà funzionante. Ztl irregolare? Macché chiosa la Caporale: "Le Ztl di Lanciano sono state giudicate conformi e a norma anche da tecnici ministeriali"

Eppure, replica ancora l’Ascom "dall’8.2.2019 il Comune di Lanciano era a conoscenza del cambiamento previsto in riferimento alla segnaletica dei vari varchi Ztl di Lanciano. Le nuove linee guida approvate dal ministero dei Trasporti e diffuse ai Comuni, prevedono un apposito paragrafo delle nuove istruzioni sulle Ztl, per andare a garantire una maggiore trasparenza e comprensione agli utenti della strada. Infatti, scompare per sempre la segnaletica con la scritta “varco attivo” e “controllo attivo” in prossimità delle Ztl (zone a traffico limitato) e i Comuni dovranno rimpiazzare la vecchia scritta con una dicitura più chiara e coerente e cioè "Ztl attiva" e "Ztl non attiva". Questo perché la parola “varco”, nella lingua italiana, significa “passaggio” e non già “controllo”. Tant’è che, alla vista “varco attivo”, più di un conducente ha creduto sino ad oggi di poter transitare senza infrangere il Codice della strada. Salvo poi vedersi notificata a casa una contravvenzione. Ora però diventa illegittima la scritta “varco attivo” e/o “controllo attivo” per le Ztl". 

Infatti, fa ancora presente l’Ascom “molti giudici di Pace hanno effettivamente cancellato le multe ricevute da chi è transitato in una Ztl con la scritta “varco attivo” e/o “controllo attivo”. Il futuro potrebbe prevedere cambiamenti: "In definitiva, le nuove linee guida del Mit spiegano esattamente come deve essere la segnaletica Ztl".

Per Ascom, fra polemiche, precisazioni e dichiarazioni, "l’amministrazione comunale di Lanciano deve smetterla di non essere informata, di disinformare i cittadini per poi multarli e di creare buchi in bilancio. L’amministrazione comunale deve iniziare a studiare e rispettare la legalità!"

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1395

Condividi l'Articolo