Lanciano. Uomo trovato morto nella stazione ferroviaria di via Bergamo
GUARDA LE FOTO

Era accasciato, senza vita, sulle panchine della sala d'attesa. 

Un uomo, di circa 50 anni, di cui è in corso l'identificazione, è stato trovato morto questa mattina, intorno alle 7.30, all'interno della stazione ferroviaria di Via Bergamo a Lanciano (Ch). Era seduto nella sala d'attesa della biglietteria che aveva aperto da poco e che è stata immediatamente chiusa al pubblico. E' stata una passeggera, arrivata per comprare un biglietto per Pescara, a notarlo e a dare l'allarme. Sono scattati i soccorsi, da parte degli operatori del 118, ma i tentativi di rianimarlo sono stati inutili. 

Sembra che si tratti di un pendolare, di origini marocchine, che quasi quotidianamente prendeva il treno e che è stato colto da malore, probabilmente ucciso da un infarto, come ha stabilito la ricongnizione effettuata dal medico legale Raffaele Ciccarese, che fa risalire il decesso intorno alle 21.30 di ieri. E' deceduto lì, nello scalo Tua-Sangritana, dentro cui aveva dormito. Vi aveva passato la notte, cercandovi un riparo. Nessuno alla chiusura, la sera precedente, si era accorto che era lì. 

In tasca non aveva documenti ma un tesserino intestato a Tami Essalami. Sono state rilevate le impronte sulla salma per risalire alla sua identità. Nella stazione non vi sono telecamere funzionanti. Sul posto la polizia di Lanciano, che sta indagando. Intervenuta anche la Polfer di Vasto (Ch).  Del caso si sta occupando la Procura di Lanciano. 25 agosto 2020

@RIPRODUZIONE VIETATA

Foto Andrea Franco Colacioppo

totale visualizzazioni: 9280

Condividi l'Articolo