Lanciano, terminal bus della Pietrosa senza sicurezza: la denuncia dell'Ugl
GUARDA LE FOTO

Niente vigili negli orari di divieto, niente multe, niente sicurezza all’interno del terminal bus della Pietrosa a Lanciano (Ch). E' la denuncia di Fabrizio Mancini, segretario provinciale Ugl Chieti Autoferrotranvieri. "Sono stato anche personalmente a verificare il flusso di auto e moto non autorizzati al transito e alla sosta durante gli orari stabiliti. La mancanza di segnaletica a terra riservata alla sosta dei pullman crea inoltre un disordine e una pericolosità di manovra non indifferente, sia per gli autisti che per i cittadini". Mancini ha ricevuto segnalazioni da diversi autisti che si ritrovano in un’area "scoperta" dai servizi per la quale è realizzata: "Quando si parla di sicurezza, soprattutto degli studenti ma anche degli stessi autisti, ci si aspetta da parte loro (le istituzioni – ndr) quantomeno un minimo di attenzione sul problema sollevato". Perché il problema è tutto lì, nella prevenzione, infatti  "se oggi accade un infortunio, un incidente, l’autista ne risponde di persona e con la propria patente, anche perché il terminal non soddisfa tutte le norme di sicurezza, tranne gli stalli al centro del piazzale (i cosiddetti "salvagente"). Ci si augura che non accada mai nulla di grave, o serio, perché allora si che l’attenzione arriverebbe alle stelle".

Mancini a nome della categoria degli autoferrotranvieri rappresentata "chiede solo sicurezza per tutti e il rispetto dei divieti come ci insegna il Codice della strada", puntualmente disatteso negli orari previsti dalla segnaletica posta nel terminal.

Da poco prima di Pasqua, il 19 aprile, Mancini ha chiesto un incontro, che fino ad oggi non c'è stato, all’assessore alla mobilità Francesca Caporale e al comandante della polizia municipale, Guglielmo Levante. "Noi non intendiamo far polemiche, semplicemente vogliamo far presente la precaria sicurezza della viabilità all’interno del terminal bus di Lanciano in quanto, nonostante vi siano divieti di accesso al traffico cittadino in orari antecedenti all’entrata e all’uscita di scuola, si registra nel periodo scolastico una eccessiva pericolosità per il persistente via vai di auto e scooter che potrebbero causare incidenti anche gravi". Se possibile, Mancini chiede "di avere una segnaletica a terra destinata alla sosta dei pullman e ‘assegnata in modo proporzionale’ ai vettori pubblici e privati".

Alessandro Di Matteo

 © RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1201

Condividi l'Articolo