Lanciano. Tenta rapina con pistola al bar: cacciato via e costretto alla fuga

Non c’è requiem per i bar – tabacchi ripuliti, in queste settimane, da rapinatori a mano armata.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

Oggi pomeriggio altro tentato colpo a Lanciano (Ch) contro il noto "Bar Micolucci", in viale Cappuccini, di proprietà di Assunta Di Bucchianico.

Attorno alle 15.30 un giovane incappucciato è entrato nel locale facendo vedere una pistola inserita nella cintura dei pantaloni. Il fratello della titolare, Franco, e il nipote Angelo, hanno reagito a brutto muso, cacciando il malvivente, senza consegnargli neppure una banconota custodita in cassa.

"Vattene via", gli hanno urlato contro e il furfante è stato costretto a desistere dal proposito delinquenziale ed è fuggito a piedi. Lestamente zio e nipote si sono poi messi al suo inseguimento fino al quartiere San Giuseppe - zona industriale Follani dove ne hanno perso le tracce.

Stavolta, dunque, l'assalto, molto maldestro, è sfumato grazie alla prontezza dei gestori del locale, ma non di meno resta alto l'allarme e la tensione per le ripetute rapine: in 31 giorni ben cinque ne sono state messe a segno e una, quella di oggi,  è fortunatamente fallita. A caccia del bandito si sono prontamente lanciati i carabinieri, coordinati dal tenente colonnello Vincenzo Orlando, finora senza esito.

Non sono stati notati complici in attesa all'esterno dell'esercizio commerciale. Sul posto è giunta  anche la polizia, diretta dalla dirigente Lucia D’Agostino, e da Pescara è arrivata anche un equipaggio dell’Anticrimine. 

"Aveva un marcato accento napoletano e gli si vedevano solo gli occhi – raccontano i commercianti -. Lo abbiamo cacciato a malo modo". L’uomo, che ha avuto lo stesso modus operandi usato in altri colpi, era vestito di scuro, giubbotto nero e volto coperto da maschera e cappello. Durante l’irruzione, nel bar c’erano cinque avventori e anche l’anziana titolare Fedora. 11 gen. 2022

Walter Berghella 

@RIPRODUZIONE VIETATA

Foto Andrea Franco Colacioppo

totale visualizzazioni: 4192

Condividi l'Articolo