Lanciano. Sfilava soldi all'amico: condanna a 4 anni per estorsione

Per mesi ha estorto soldi, fino a tre mila euro, a un amico, dietro minacce e fino al giorno del suo arresto, avvenuto il 24 aprile 2019. "Se non mi dai il denaro ti picchio, ti faccio menare da altri, ti brucio vivo", queste le intimidazioni. 

Oggi il gup del tribunale di Lanciano, Riccardo Audino, ha condannato a 4 anni di reclusione Giuseppe Di Benedetto, 53 anni, residente a Lanciano e originario di Napoli. L’imputato, difeso dall’avvocato Vincenzo Menicucci, ha scelto il rito abbreviato. Il pm Francesco Carusi aveva chiesto una pena di 5 anni e 8 mesi.

Respinta la richiesta della difesa di riqualificare il reato in truffa aggravata. Avendo problemi economici l’uomo aveva iniziato a chiedere soldi per esigenze famigliari, tra i 100 e 300 euro a volta, con cadenza settimanale. Spesso l’amico gli ha dato somme anche in modo spontaneo, mentre altre volte gli sono state pretese, anche a muso duro. Poi, insospettito, ha interrotto la sua generosità. L’arresto della polizia è scattato in flagranza di reato, mentre l'imputato ritirava gli ultimi 70 euro. Da giugno a settembre 2018 aveva ricevuto altri 2 mila euro per i suoi bisogni.

Walter Berghella 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2509

Condividi l'Articolo