Lanciano. Morto padre Paolo, frate nel santuario del Miracolo Eucaristico

E' morto ieri sera, alle 21, padre Paolo Cerritelli,  81 anni,  frate francescano dei conventuali nel santuario del Miracolo Eucaristico di Lanciano (Ch). La notizia della sua scomparsa, diffusa dal padre custode Fabrizio De Lellis,  ha scosso tutta la città. Abbracciata la vita monastica nel '51, era giunto nella città frentana da L'Aquila, ed era una guida per tanti che accorrevano ad ascoltare le sue omelie incentrate soprattutto nell'incontro fra l'umanesimo cristiano e quello laico.

Più di 30 anni fa ha dato vita, con alcuni amici, a "Progetto vita", con sede in contrada Villa Pasquini,  per il recupero di ragazzi annientati dal pianeta droga: oltre 600 i giovani che sono stati aiutati ad uscire dal tunnel della tossicodipendenza.  Buon padre,  sacerdote ed educatore, padre Paolo ascoltava,  umilmente,  e sapeva indicare la strada giusta: conoscere l'uomo nelle sue fragilità,  accompagnarlo all'incontro vero con Dio. 

Era ricoverato all'Utic (Unità di terapia intensiva) dell'ospedale di Lanciano per problemi cardiaci da quando, martedì scorso, aveva accusato un malore. Oggi, viavai, nel santuario del Miracolo, dove, nella cappella Santa Chiara, è stata allestita la camera ardente.

Il sindaco Mario Pupillo dice: "Uomo e sacerdote esemplare che ha dato esempio senza clamori lavorando instancabilmente. Lanciano gli sarà eternamente grata per aver saputo costruire una comunità accogliente, solidale, cristiana". "Ha globalizzato la carità, invece di quella dell’indifferenza, recuperando tanta gente", afferma invece l’arcivescovo Emidio Cipollone. Il frate lascia la sorella Maria e i nipoti. I funerali si svolgeranno domani, 10 giugno, alle 11, in quella che da decenni era la sua chiesa. 

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 5049

Condividi l'Articolo