Lanciano. Muore in ospedale a poche ore dal ricovero, aperta inchiesta

 Domenica sera arriva in ospedale per uno stato di forte  agitazione e poche ore dopo muore per arresto cardiocircolatorio.

Decesso sospetto all’ospedale di Lanciano  e la Procura ha aperto un’ichiesta. Ora sarà l’autopsia a stabilire le effettive cause della fine di C.F., 74 anni, di Poggiofiorito (Ch),  che è morto al "Renzetti" ieri mattina alle 7, qualche ora dopo il suo ricovero.

L’altra sera il pensionato era giunto in ambulanza per uno stato di forte ansia ed era stato trasferito in psichiatria per essere sottoposto ad accurati controlli e cure farmacologiche per meglio rispondere alle sue necessità di salute. Sta di fatto che successivamente ha avuto l’ arresto cardiocircolatorio. I famigliari sconcertati e dubbiosi dell’attività sanitaria hanno sporto denuncia alla polizia, con indagini coordinate dalla dirigente Lucia D’Agostino.

Di conseguenza il procuratore capo di Lanciano, Mirvana Di Serio, ha disposto il sequestro di tutti gli atti sanitari e l’autopsia che sarà eseguita mercoledì a Chieti dall’anatomopatologo Domenico Angelucci. Per chiarire la vicenda importante sarà conoscere gli esiti degli esami istologici e tossicologici. La famiglia del pensionato è patrocinata dall’avvocato Mauro Vastano mentre perito di parte è Viscardo Murri. Al momento non risultano inquisiti.

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 9377

Condividi l'Articolo