GUARDA LE FOTO
Fiamme alte anche 3-4 metri hanno creato apprensione e destato spavento nella zona industriale di Marcianese a Lanciano (Ch). L’incendio è scoppiato poco prima delle 21 di questa sera in prossimità degli uffici Enel, in una zona semibuia e si è sviluppato in prossimità della rampa di uscita (vedi foto) di un edificio commerciale oggi dismesso, ossia quello della ex Cime. Poco più in là, illuminate dall’incendio, c’erano le villette a schiera, quelle di via Brigata Maiella. Panico appena il rogo è scoppiato, perché dalle prime informazioni sembrava fosse andata a fuoco un'abitazione.

Le fiamme si sono propagate fra le sterpaglie, i cartoni e i rifiuti in legno (l’inciviltà regna sovrana) gettati sul ciglio della strada, che in quel tratto è anche senza uscita. Prontamente intervenuta una squadra di vigili del fuoco di Lanciano che con l’ausilio di due mezzi ha domato l’incendio. "All’inizio abbiamo temuto il peggio visto che una decina di anni fa con un incendio, sempre di notte, all’improvviso, fu distrutta la Wagen Lack (Eurocolor – ndr) che è proprio qui accanto”, indica un vigile del fuoco mentre dirige i lavori di spegnimento. L’origine dell’incendio? "Al momento non abbiamo trovato materiale di innesco". Un incendio... spontaneo? "Mah,  è la risposta ironica - diciamo che a volte accadono strane autocombustioni…”. A settembre poi, col fresco di queste serate...
Sul posto erano presenti anche agenti della polizia di Lanciano. 
5 settembre 2018


Cliccare su foto per ingrandire

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 3417

Condividi l'Articolo

Articoli correlati