GUARDA LE FOTO

L'allarme è scattato intorno alle 15. Incendio, questo pomeriggio, nella chiesa di Santa Maria degli Angeli a Lanciano (Ch), situata in piazza Filippo Di Marco di località Villa Stanazzo. 

A generare il rogo è stato un corto circuito che potrebbe essere stato provocato da una stufetta elettrica o dalle luci del presepe, allestito in una nicchia e completamente arso. Di esso sono rimasti solo un paio di pezzi di legno bruciato: disciolti e carbonizzati pastori, scene e personaggi della Natività.

"Ad accorgersi di quanto stava accadendo - racconta Tonino, che abita nei paraggi del santuario - è stata un'anziana che ha visto il fumo copioso uscire dalle finestre e mi ha avvisato. Subito abbiamo allertato i pompieri". Il fumo acre, fetido e pungente, ha invaso e riempito il luogo di culto, rendendo l'aria irrespirabile e annerendo volte e pareti, arredi sacri e dipinti. I vigili del fuoco di Lanciano, bardati di maschere antigas, sono entrati dalla sagrestia e poi hanno spalancato le porte e spento. Hanno lavorato per mettere in sicurezza la struttura. 

"La chiesa - raccontano alcuni cittadini del posto - è rimasta aperta, per la messa, fino alle 12.30 e la situazione è stata, fino a quel momento, tranquilla". Poi le fiamme. Sconvolti i residenti e pure il parroco, padre Joby John. 

"Ringraziamo il Signore - dice invece il vescovo di Lanciano-Ortona, monsignor Emidio Cipollone, che ha effettuato un sopralluogo guidato dai vigili del fuoco - si è salvato il tetto, che è completamente in legno. Certo i danni sono notevoli: piano piano cercheremo di intervenire e risistemare gli interni". 06 gen. 2022

Serena Giannico

@RIPRODUZIONE VIETATA

Ha collaborato Andrea Franco Colacioppo

totale visualizzazioni: 4163

Condividi l'Articolo