Lanciano. E' Maurizio Claps l'uomo trovato morto nel fiume Pescara. 'Ciao uomo buono...'

L'ufficialità, da parte delle forze dell'ordine, ora c'è. La salma, per i funerali, è stata già restituita alla famiglia, che in questi giorni ha temuto, tremato, sperato. È Maurizio Claps (nella foto), 45 anni, originario di Taranto, infermiere, ex autista del 118, residente a Lanciano (Ch), dove era molto conosciuto, l'uomo trovato senza vita, oggi pomeriggio, nel fiume Pescara. 

Il corpo è stato recuperato, con l’elicottero, in una zona impervia del corso d'acqua, tra gli arbusti e la fitta vegetazione, dopo due giorni e mezzo di intense ricerche, del Soccorso Alpino e Speleologico d'Abruzzo, dei vigili del fuoco, di sommozzatori, volontari e dei carabinieri di Torre de' Passeri (Pe). 

Si è ucciso gettandosi dal ponte di San Clemente, a Castiglione a Casauria (Pe). Un volo terribile, da 70 metri d'altezza, che un automobilista di passaggio aveva intravisto, allertando le forze dell'ordine. Lo aveva notato camminare, poi scavalcare il parapetto e quindi sparire.

La salma è stata trasferita all’obitorio dell’ospedale di Popoli, dove è stata eseguita la ricognizione cadaverica: il decesso è avvenuto a seguito dei politraumi da caduta riportati nell’impatto a terra. Poi la corrente ha trascinato il cadavere a valle, per un centinaio di metri.

Una decisione estrema, motivata con uno straziante saluto, sul suo profilo Facebook. Un addio al mondo, partendo da un amore concluso e senza il quale gli è sembrato impossibile proseguire... "Siete la mia spina dorsale... come eravamo uniti e allegri insieme...". Poi la fine della storia e  quel "non riuscire a rialzarsi".

Lo hanno cercato a lungo. La sua macchina, dopo quel post, è stata trovata vicino al cavalcavia da cui, nel primo pomeriggio del 7 agosto, si è lanciato. Dentro diversi biglietti, di congedo... 

Ora, sui social, i saluti di quanti lo hanno conosciuto. Di quanti sanno della sua giovialità, della sua passione per i colori rossoneri del Lanciano Calcio, della sua disponibilità...  "Ci mancherai uomo buono", scrive Apollonio. "Adesso starai accanto  alle tue due sorelle..."... "Grazie per tutto quello che hai fatto per me Maurì... eri una persona generosa, altruista... Non posso accettare il modo in cui tu abbia deciso di farla finita. Ci hai lasciato con un fardello ingombrante addosso", dice Mirko.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 10080

Condividi l'Articolo