Lanciano. Detenuto aggredisce agente in infermeria carcere

All'improvviso, dopo aver scaricato sui presenti una serie di improperi, ha dato in escandescenze e ha cominciato a lanciare tutti gli oggetti che si trovavano a portata di mano, colpendo un agente penitenziario, che è finito al Pronto soccorso dell'ospedale di Lanciano, con una prognosi di sette giorni, per le contusioni riportate.

Il fatto è accaduto l'atro ieri nel carcere di massima sicurezza di Lanciano (Ch). Il detenuto, del braccio Z, che accoglie i parenti dei collaboratori di giustizia, era stato portato in infermeria per dei controlli. Ma, ad un certo momento si è infuriato, perché, secondo lui, l'attesa, per la visita, era stata fino a quel momento troppo lunga. Prima proteste e parolacce e poi ha iniziato a scagliare suppellettili e arredi contro i presenti. L'agente si è frapposto tra lui e il medico di servizio ed è stato colpito. 

E' la terza aggressione messa in atto nel giro di pochi giorni dallo stesso detenuto. In precedenza ha tentato di malmenare due ispettori, ma è stato bloccato. "Sono episodi - commenta Ruggero Di Giovanni, Uil-Pa Polizia Penitenziaria - che si stanno ripetendo troppo di frequente. Chiederò un incontro al Provveditorato. E' una situazione non più sostenibile. Vero che il nostro lavoro - aggiunge - comporta dei rischi, ma noi siamo lì per fare i poliziotti e non è concepibile che ogni giorno ci si debba difendere da botte, assalti e tentativi di prevaricazione".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2829

Condividi l'Articolo