Lanciano. Rapina nel bar- cornetteria, condannato a un anno e 10 mesi di carcere

Ordinò una birra e contestualmente puntò una pistola contro il titolare del bar-cornetteria "I love choc" in pieno centro a Lanciano (Ch), in via dei Tribunali.

Per quella rapina il tribunale collegiale di Lanciano ha condannato Nino Scoccimarra, 34 anni, di Lanciano, già implicato in altri fatti delinquenziali, comprese le truffe su e- bay. La pena inflitta è di un anno e 10 mesi di reclusione e 600 euro di multa. Per quel brutale fatto l’uomo, difeso dall’avvocato Errico Sacco, venne fermato in un baleno.

Solo durante la perquisizione domiciliare i militari scoprirono che l’arma utilizzata era un giocattolo, privo di tappo rosso. In realtà al processo è emerso che si trattava di un accendino a forma di pistola. La finta arma l’aveva gettata poi in un cestino dell’immondizia. 

La rapina venne consumata l’8 aprile dello scorso anno, verso mezzanotte. Con la finta pistola poggiata sul bancone l’imputato intimò al barista di consegnarli l’incasso. Una volta aperta la cassa riuscì a prendergli dalle mani soltanto 20 euro. In pochi minuti due pattuglie dei carabinieri accorse hanno identificato e arrestato Scoccimarra, ancora recluso al supercarcere di Lanciano anche per altri reati. (W.B.) 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 6443

Condividi l'Articolo