Lanciano. 18enne in coma dopo pugno. Pupillo: 'Comunità sconvolta. Fatto gravissimo'

"Il gravissimo episodio accaduto la scorsa notte ci lascia sgomenti e senza parole". Così il sindaco di Lanciano (Ch), Mario Pupillo, riguardo all'aggressione di Giu. D'A., 18 anni, che, la scorsa notte, mentre era con gli amici nell'area della vecchia stazione ferroviaria di Sangritana-Tua, è stato colpito con un pugno, da un altro giovane, ed è ora in coma in ospedale.

 "Un nostro concittadino - prosegue Pupillo - è ricoverato in Rianimazione a Pescara per le conseguenze di un'aggressione vile e incredibilmente violenta su cui le forze dell'ordine stanno indagando già da ieri notte per assicurare i responsabili alla giustizia in tempi rapidissimi. Siamo ovviamente vicini al ragazzo, alla sua famiglia, ai suoi amici e alla stragrande maggioranza dei giovani che ripudiano la violenza in ogni sua forma. Ho dato mandato ai nostri legali - sottolinea - di valutare la possibilità di costituire come parte civile il Comune di Lanciano: siamo colpiti anche noi, come comunità e come città. La nostra comunità è sconvolta, sia per le modalità dell'aggressione che per le conseguenze. Si tratta di un episodio che purtroppo rimanda ad altri simili verificatisi di recente in Italia, un fatto che deve farci riflettere ed interrogare sulle ragioni per cui la violenza sembra farsi largo tra i nostri giovani, mettendo in pericolo la vita e la crescita serena dei nostri ragazzi, che rappresentano il presente e il futuro". 

 Di "bruttissimo episodio" parla il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio. "Non è la prima volta che si verificano aggressioni di questo tipo - afferma - . Non ho idea di quale sia la ragione di un così grave atto, ma qualunque esso sia, questo livello di violenza preoccupa, preoccupa molto. E' necessario alzare il livello di attenzione: forze dell'ordine e magistratura intervengano con decisione per stroncare questo tipo di violenza".  18 ott. 2020

 @RIPRODUZIONE VIETATA

Foto Andrea Franco Colacioppo

totale visualizzazioni: 4838

Condividi l'Articolo