Lanciano. Aggredito dal branco... Identificati autori ferimento diciassettenne

Grazie alle immagini delle telecamere, pur se non nitide, è stata stanata e identificata, in tempi rapidi, dai carabinieri di Lanciano, la banda di bulli che il 14 settembre  scorso ha aggredito Emanuel Masciarelli, 17 anni, di Lanciano (Ch), picchiato con pugni e schiaffi dopo l’apertura delle Feste e che rischia di perdere l’occhio sinistro a causa delle lenti degli occhiali che si sono frantumati bucandogli la cornea.

Il ragazzo è stato operato all'ospedale di Pescara. L'aspetta una lunga convalescenza. E' stato ascoltato anche dagli investigatori. La famiglia ha nominato come proprio avvocato Paolo Sisti. 

I filmati delle telecamere sono quelle di via De Crecchio e riprendono il gruppo, barcollante e mezzo ubriaco, mentre si dirige verso la zona di Largo Mario Bianco, dove la vittima del pestaggio sopraggiungeva, proveniente dal luna park, per andare a riprendere il motorino all’ex stazione Sangritana. 

Inoltre uno dei cinque giovani - solo in tre avrebbero preso parte all'aggressione, cercando lo scontro, mentre gli altri se ne sono andati - pentito per l'accaduto, si è presentato spontaneamente in caserma, accompagnato dal suo legale. Il ragazzo ha compreso la gravità dell’accaduto e con responsabilità ha deciso di riferirlo alle forze dell'ordine. Ha fatto anche i nomi degli amici che sabato erano con lui all’alba e si sono imbattuti nel minorenne preso in giro, assalito e ferito.

Tre dei componenti del gruppo sono stati denunciati alla magistratura: sono gli studenti F.P., R.F. e F.V. . Hanno 19 anni e sono di Lanciano. Sono difesi dagli avvocati Sandro Mammarella, Gaetano Pedullà e Vincenzo Salini. Chi ha colpito con un pugno Emanuel si è pure ferito alla mano con le schegge delle lenti.

Gli esiti iniziali dell’indagini sono approdati sul tavolo del sostituto procuratore Francesco Carusi. L’ipotesi di reato è quello di lesioni personali volontarie gravissime. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

Foto Andrea Franco Colacioppo

totale visualizzazioni: 9158

Condividi l'Articolo