Lanciano. Affitto non pagato e il giudice sfratta gli scuolabus

Gli scuolabus in servizio a Lanciano (Ch) sono stati sfrattati dalla rimessa in cui venivano parcheggiati e che era presa in affitto: lo ha deciso il Tribunale civile di Lanciano. Ora i mezzi stanno per strada.

Il provvedimento è stato firmato dal giudice onorario, Cesare D’Annunzio, a seguito del ricorso della società Mar Press che aveva messo a disposizione i suoi locali, ma da quasi sei mesi non riceveva più l’affitto, per oltre 5 mila euro totali, da parte del concessionario scuolabus, la società Turismo Fratarcangeli Cocco sas di Boville Ernica (Frosinone).

Ora gli scuolabus, che portano i ragazzini nei vari plessi, sono parcheggiati sulla strada nell’area industriale Follani. Ieri mattina, giornata soleggiata e di gran caldo, ce n’erano dieci di mezzi lungo lo stradone dirimpetto al prosciuttificio Pozzolini. Considerato il prolungamento della morosità della società di traporto l’azienda Mar Press srl, che opera nel settore della pressofusione, ha deciso di ricorrere in tribunale per sfrattare la Fratrarcangeli che lo scorso anno ha vinto l’appalto triennale, 2018-2020, rinnovabile, per il traporto scolastico a Lanciano con bando di gara europeo del valore di 2 milioni e 260 mila euro.  L'azienda nazionale dispone di oltre 270 automezzi di ogni tipologia e con caratteristiche diverse. 

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1874

Condividi l'Articolo