Ridotto in coma da un pugno sferrato alla tempia sinistra. Giuseppe Pio D'Astolfo, 18 anni, di Lanciano (Ch), giace ora in ospedale in Rianimazione a Pescara.

Lo strazio della mamma, Paola Iasci, sentita da Abruzzolive.tv: "Io non perdono nessuno. Non si può ridurre così un ragazzo in fin di vita... Siamo distrutti; è una disgrazia troppo più grande di noi. Ma la madre dell'aggressore, riesce a dormire tranquilla?"   19 ott. 2020

Servizio a cura di Massimiliano Brutti

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 19671

Condividi l'Articolo