Hotel non a norma: carabinieri sequestrano albergo a Pizzoferrato
GUARDA LE FOTO

I turisti appena arrivati in pullman, per godersi la montagna e le piste da sci dell'Alto Sangro, sono stati mandati via. Non è in regola con le norme sulla sicurezza e così i carabinieri hanno sequestrato, in via preventiva, il Delberg Palace Hotel, situato in località Valle del Sole tra Pizzoferrato e Gamberale (Ch).  La struttura è stata requisita dai carabinieri della compagnia di Lanciano nel pomeriggio di ieri, proprio quando sul posto è giunta una comitiva che voleva passare le vacanze in questo angolo d'Abruzzo. Il provvedimento cautelare è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lanciano, Massimo Canosa, su richiesta della locale Procura, a seguito delle "reiterate violazioni accertate in merito al mancato rispetto della normativa sulla sicurezza". In particolare, il titolare dell'hotel, 39enne di Napoli, si è reso "responsabile di ripetute inosservanze  di un’ordinanza con la quale, per ragioni di sicurezza pubblica, è stata disposta la sospensione immediata dell’attività e la chiusura al pubblico dell’albergo, essendo stata accertata la carenza dei requisiti e dei presupposti previsti dalla normativa di prevenzione incendi".

L’imprenditore, però, nonostante i divieti, ha  continuato e ricevere ospiti e a prendere prenotazioni, omettendo comunque di adeguare la struttura. La magistratura ha ritenuto necessari i lucchetti  in virtù di "un evidente pericolo per la sicurezza dei dipendenti e dei clienti dell’albergo che, negli ultimi fine settimana, ha fatto registrare oltre 250 prenotazioni". Quindi sono stato apposto i sigilli, con denuncia al seguito. L’hotel,  che ha 98 camere e piscina, già nei giorni scorsi era stato sanzionato dai carabinieri del Nas per mancanza delle necessarie autorizzazioni e per carenze igienico strutturali e gestionali. In passato, invece, ha avuto guai per gli scarichi fognari che finivano, non depurati, nel cuore del Parco nazionale della Majella. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2735

Condividi l'Articolo