Lanciano. Dolore e riservatezza ai funerali di Anna Maria D'Eliseo. 'E' stata una sorella per tutti noi...'
GUARDA LE FOTO

Dolore e riservatezza per l’ultimo saluto, a Lanciano (Ch), ad Anna Maria D’Eliseo, 60 anni.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie al prezzo più basso

Apri

"Una sorella che ci ha lasciato improvvisamente ed è nelle braccia del Padre buono e misericordioso". Il parroco padre John Joby punta sull’importanza della fede nell’omelia per i funerali della donna, trovata morta venerdì scorso nel garage seminterrato della propria villa, in località Iconicella. Rito molto intimo, una quarantina i presenti nelle tre navate della piccola chiesa della Madonna dell’Iconicella, risalente al 1524.

La famiglia ha voluto una cerimonia strettamente privata e così è stato. La città li ha rispettati. Presenti il marito Aldo Rodolfo Di Nunzio e i cinque figli Nunzio, Loana, Josephine, Giuseppe, Alnadona. La liturgia della parola esordisce con la lettera di San Paolo ai Romani: "Se Dio è per noi chi sarà contro di noi. Chi accuserà gli eletti di Dio, chi li condannerà e chi ci separerà dall'amore di Cristo".

Segue Giovanni col suo Vangelo della speranza: "Che ci sorregge - aggiunge padre Joby. Di fronte a una persona cara ci viene da chiedersi perché. Solo la fede ci sorregge per darci la luce e la forza e farci apprezzare di più il dono della vita, dono prezioso di Dio. La scomparsa di Annamaria è per noi dare testimonianza di tutti i suoi giorni qui sulla terra. Alzare lo sguardo sul vero senso della vita perché siamo immortali. Annamaria è ora nel suo regno. Gesù per primo desidera che i legami non si rompano e cura il dolore che condividiamo con la famiglia. Oggi Annamaria si è spostata in Cielo".

Esequie iniziate alle 9 per l'addio alla sfortunata collaboratrice scolastica amata e benvoluta. Due insegnanti delle elementari "Eroi Ottobrini" partecipano e dicono: "E’ stata una sorella per tutti e viene ricordata con affetto e stima. Aveva la soluzione per ogni problema, anche con gli scolari a cui rivolgeva le accortezze che solo una mamma può avere". Tra i presenti anche il pediatra Salvatore la Manna, ex consigliere comunale, che ha fatto crescere tutti i figli di Anna.

Personale scolastico e altri amici hanno atteso il feretro fuori dal cimitero monumentale di Lanciano. L’avvocatessa Elisabetta Merlino, che patrocina i figli come parti offese nell’inchiesta, commenta: "E’ stato un momento intimo, in cui si sono raccolti insieme papà e figli, senza nessuna esclusione ed assenza. I figli, nel loro smarrimento, hanno rinunciato a parlare. Tutti hanno capito il dramma che si vive. Ora si aspetta che le indagini siano in grado di fugare i dubbi sulle due ipotesi: suicidio o omicidio". Su come è morta la donna, l’autopsia, svolta all’ospedale di Fermo due giorni fa, non ha chiarito cause e modalità. Gli accertamenti scientifici e tecnici proseguono. Il marito Aldo è indagato per omicidio volontario. Lui ha raccontato ai carabinieri di aver trovato la moglie impiccata, con fili elettrici attorno al collo. E, una volta scoperta la tragedia, di averla posta a terra per rianimarla. 23 lug. 2022

WALTER BERGHELLA

@RIPRODUZIONE VIETATA

Foto ANDREA FRANCO COLACIOPPO

totale visualizzazioni: 4711

Condividi l'Articolo