Francavilla al Mare. Furti a raffica in abitazioni: in manette la... banda della ferrovia

Hanno ripulito diverse abitazioni a Francavilla al Mare (Ch) negli ultimi giorni. Ma sono stati individuati e arrestati dai carabinieri della locale stazione.

In manette, per furto e ricettazione, sono finiti tre albanesi, stanati nel loro covo, in via delle Driadi. Qui K.E. 24enne, K.E. 25enne e G.F. di 24, tutti domiciliati nella cittadina costiera, si erano stabiliti. Nell'appartamento c'era ancora gran parte della refurtiva sottratta, di recente, in cinque abitazioni, i cui proprietari hanno sporto denuncia. Ritrovati, tra l'altro, due televisori a colori, diversi arnesi da scasso, passamontagna e un piede di porco.

I tre malviventi, approfittando delle rare assenze da casa di questo periodo, causa emergenza Coronavirus, o degli alloggi estivi vuoti, entravano di nascosto nelle abitazioni prese di mira e con tempi celeri mettevano a segno il furto.

C'è stata una segnalazione che ha allertato le forze dell'ordine. Due dei furfanti sono stati notati spostarsi a piedi lungo la ferrovia. I militari si sono appostati davanti ad un appartamento in via Bologna e, dopo una breve attesa, si sono trovati davanti un ladro che, da provetto acrobata, scendeva utilizzando la grondaia del palazzo mentre un secondo giovane attendeva poco distante, con un piede di porco in mano. Appena hanno visto i militari sono scappati e si sono dileguati, sempre lungo la ferrovia. Ma qualcuno ha appuntato il numero di targa di una macchina sospetta. 

E dopo serrati accertamenti sull’autovettura, i carabinieri sono riusciti ad individuare il posto dove i tre si rintanavano dopo i colpi, riuscendo a bloccarli all’interno. Il pubblico ministero di turno, Giancarlo Ciani, ne ha poi disposto l’arresto. Due sono finiti nel carcere di Chieti e uno ai domiciliari.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1495

Condividi l'Articolo