Francavilla al Mare. Pestano due fratelli: baby gang denunciata dai carabinieri

Per tutta l'estate si sono divertiti a "infastidire i passanti, a volte lanciando pietre, a volte solo a parole". E, a coronamento di tutto, non hanno lesinato un pestaggio di fine stagione. 

La baby gang, di Francavilla al Mare (Ch), composta da sei minorenni (uno nel frattempo è diventato maggiorenne),  alcuni del posto, altri della provincia di Pescara, è stata ora denunciata dai carabinieri alla Procura per i minorenni di L’Aquila. L'accusa è di lesioni gravi. 

Le indagini sono partite a seguito della denuncia della mamma di due ragazzi picchiati, a metà settembre, dal gruppo, nel parco "Arenazze". Dove due fratelli, di 13 e 15 anni, si trovavano a chiacchierare con la propria comitiva. 

Ad un certo punto scattano le provocazioni, volano intimidazioni e i bulli insultano il più piccolo dei fratelli, che però reagisce, non si sottomette come gli è stato chiesto, e si danno appuntamento il giorno seguente nello stesso posto per il regolamento dei conti.

Le due parti "avverse reclutano il proprio personale esercito", ossia altri coetanei che avranno il compito di guardare loro le spalle e il fatto si ingigantisce.  All’ora convenuta sono almeno una ventina. I compagni del 13enne, però, alla vista dell’altro gruppo, più numeroso, si dileguano in un batter d’occhio, lasciando che il ragazzino venga accerchiato. Prima di iniziare a riempirlo di botte, il maggiore della banda, palestrato e a torso nudo, gli concede una telefonata. Il ragazzino chiama il fratello più grande che arriva subito in soccorso, e alla fine è quello che ha la peggio. Sono momenti concitati ed entrambi vengono colpiti con schiaffi e pugni; in particolare il 15enne è costretto a ricorrere alle cure ospedaliere per gli effetti di una testata di uno degli aggressori con un trascorso da pugile.  20 nov. 2020

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2613

Condividi l'Articolo