Fossacesia. Rimossi dai fondali marini gli ordigni delle Seconda guerra mondiale

Rimossi, dagli  artificieri, gli ordigni bellici rinvenuti ieri mattina, in acqua, da un sub, durante un'immersione, nei pressi di Fosso Palazzo, a Fossacesia (Ch).

Un squadra di artificieri della Marina militare di Ancona, scortata da un'unità della Capitaneria di Porto di Ortona, è giunta alle 16 nell'area interdetta alla navigazione e ai bagnanti, e dopo un'ora, ha riportato in superficie le bombe, semicoperte dalla sabbia e che si trovavano a circa 50 metri dall"arenile.

L'intervento di recupero è stato seguito a terra da numerosi bagnanti e si è svolto alla presenza del sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, con gli agenti della polizia municipale Mario Mammarella e Luigi Di Berardino. "Sono grato alla Prefettura di Chieti, alla Capitaneria e agli artificieri per la celerità con la quale sono intervenuti e hanno operato per riportare in sicurezza questo tratto di mare – dice il primo cittadino -. Le bombe sono state fatte brillare al largo e i sub dell'Esercito hanno monitorato a lungo il fondale per constatare se vi fossero altri residui della Seconda guerra mondiale".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 557

Condividi l'Articolo