Fossacesia. Incidente sulla statale 16: muore 25enne
GUARDA LE FOTO

Uno schianto con esito terrificante, con i mezzi che, catapultati nella scarpata, s'incendiano e vengono distrutti nel rogo che ne scaturisce.

Scontro letale, tra auto e motocicletta, questa mattina, intorno alle 10.30, sulla statale 16 Adriatica, corsia sud, in territorio di Fossacesia (Ch), nella zona del porticciolo turistico e del fiume Sangro. A perdere la vita il ragazzo alla guida del due ruote: si tratta di Andrea Costantini, 25 anni, figlio di Paolo, maggiore e vice comandante della Municipale di Pescara. 

Sul posto i soccorritori del 118 con ambulanze ed elicottero, i carabinieri della compagnia di Ortona e i vigili del fuoco di Lanciano. Nell'impatto, la moto, una Triumph, ha cominciato ad ardere. Anche la vettura, una Fiat Panda, dopo l'urto, si è cappottata ed è bruciata (GUARDA IL VIDEO). Le fiamme hanno avviluppato la vegetazione che cinge la strada. Il giovane che è deceduto, che indossava il casco, è stato scaraventato ai margini dell'arteria e qui, trafitto anche dalle canne, è morto, a causa di ferite profonde. Sangue sull'asfalto. 

Due i feriti, entrambe donne. Chiara Di R., del '91, di Pescara, è stata ricoverata  all'ospedale di Pescara, dove è arrivata con l'elisoccorso: lei era in sella alla moto, dietro alla vittima, con cui era fidanzata.

La conducente della vettura, Alessia Di P., 47 anni, di Lanciano (Ch), che lavora in una farmacia della sua città, è invece stata trasportata al "Renzetti". Non è grave. 

Da una prima ricostruzione fatta dai militari risulta che sia la macchina che la moto, i cui resti sono sotto sequestro, erano in fase di sorpasso: il due ruote stava superando una colonna di veicoli fermi; mentre effettuava questa manovra, l'auto è uscita improvvisamente dalla fila, per superare le altre, e l'ha travolto, scatenando l'inferno. La Procura di Lanciano ha aperto un fascicolo sull'accaduto. 

Sul Comando dei Vigili urbani, in via del Circuito a Pescara, è sceso il gelo, questa mattina, quando è arrivata la drammatica notizia. Il corpo del ragazzo, che lascia la mamma Sabrina e due sorelle, una delle quali, Silvia, è capitana dell'Altino Volley, è stato già restituito alla famiglia per i funerali. Le esequie dopodomani, 6 luglio, alle 11, nella chiesa dei Gesuiti in via del Santuario a Pescara. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

Foto Andrea Franco Colacioppo 

 

totale visualizzazioni: 56819

Condividi l'Articolo