Truffa dei climatizzatori e del pellet su Fb: 50enne di Casoli denunciato

Su Facebook, e in particolare su "Marketplace", vendeva climatizzatori, dopo aver buggerato ignari commercianti. Per questo un 50enne di Casoli (Ch), è stato denunciato per truffa alla Procura di Lanciano (Ch). 

Le indagini sono state effettuate dalla Guardia di finanza di Ortona (Ch). Il metodo utilizzato per raggirare i rivenditori era quasi sempre lo stesso: pagamento con assegni non coperti o con bonifici on-line revocati. Talvolta, una prima richiesta di fornitura veniva regolarmente pagata, poi, guadagnata la fiducia, arrivava un ordine più cospicuo, il cui pagamento non veniva onorato. L'indagine ha preso il via dal monitoraggio della piattaforma "Marketplace" sulla quale erano messi in vendita stufe e confezioni di pellet, ritenuti di dubbia provenienza in quanto non riconducibili ad alcun esercente.

Il profilo del venditore alle Fiamme gialle è apparso sospetto, sia per il tipo di prodotto trattato che per la ripetitività degli annunci, tale da ritenere la merce probabile oggetto di ricettazione. Individuato il deposito in cui essa poteva trovarsi, a Casoli, i militari hanno deciso di eseguire una perquisizione del magazzino, terminata con il sequestro di 630 sacchi di pellet da ardere, 12 climatizzatori e 2 stufe. Sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati all'individuazione dei legittimi proprietari dei prodotti, per permetterne la restituzione. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3939

Condividi l'Articolo