Fossacesia. Escrementi contro il 'Twin beach'. Per contestare Salvini
GUARDA LE FOTO

Erano una decina, in bicicletta e tutti mascherati. E, dalla pista ciclopedonale della Costa dei trabocchi, hanno lanciato sacchetti contenenti escrementi e biglietti legati a sassi nello stabilimento balneare Twin Beach di Fossacesia (Ch).

Il fatto è successo la scorsa notte, intorno alle 3.30, ed è stato registrato dalle telecamere di videosorveglianza. E' stato denunciato ai carabinieri che sono intervenuti sul posto e hanno anche acquisito le registrazioni. Ci sono inadagini in corso. L'allarme è stato subito dato dal gurdiano notturno.

Gesto, deprecabile e di contestazione, legato al fatto che il posto, questa mattina, avrebbe dovuto ospitare il vice premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini. Che, ieri sera, però, per problemi al Governo, ha disdetto quest'appuntamento, come pure il comizio previsto a San Salvo (Ch).

La struttura turistica è dell'avvocato e imprenditore Donato Di Campli, di Lanciano (Ch), e della moglie Simona Fattore. "Opera di vigliacchi - commenta Di Campli -.  La nostra è una attività commerciale e, come tale, accoglie tutti, senza distinzione di colore politico. Abbiamo investito tanti soldi sul nostro territorio e di certo non ci facciamo intimidire da quattro... piedi zozzi ". 

 "L’ignoranza, quella delle parole aggressive ed offensive, quella arrogante, saccente, quella dei gesti violenti, quella fatta di critiche verso l’operato altrui, questa ignoranza purtroppo non sarà mai contrastata, e dilaga - aggiunge Simona Fattore -. Noi dotti ripuliamo come sempre il disordine che loro creano e andiamo avanti, con il successo per non averci sconfitto, meglio di prima e sempre a testa alta". 

L’assessore regionale Nicola Campitelli, il coordinatore della Lega di Lanciano, Fausto Memmo, e l’assessore del Comune di Fossacesia, Giovanni Finoro, manifestano "la più forte solidarietà a tutta la proprietà del Twin Beach per il vile episodio". 

"Non è solo - affermano - un attacco alla democrazia, ma una grave mancanza di rispetto nei confronti del lavoro e del sacrificio di coloro che hanno investito economicamente per la crescita e lo sviluppo del nostro territorio. Matteo Salvini - aggiungono - può piacere come non piacere. Ma nel rispetto del principio democratico, chi non ha voglia di vederlo o sentirlo rispetti, invece, chi ne ha interesse. Episodi, come questo, compiuti da miserabili, non ci intimidiscono ma ci spronano a fare sempre meglio ed aumentano la voglia di cambiamento".

@RIPRODUZIONE VIETATA

 Nelle foto gli escrementi e i biglietti

totale visualizzazioni: 2586

Condividi l'Articolo