Coronavirus. Pescara. Mascherine vendute come... oro. E nella parafarmacia arriva la Finanza

Come fossero... oro. Quattro mascherine e un barattolino di gel per le mani al prezzo di 149 euro. 

La segnalazione, circa la speculazione operata da una parafarmacia di Pescara, è stata inoltrata dal presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, alla Guardia di finanza della città adriatica, dopo che un cliente dell'esercizio commerciale ha denunciato il caso sui social network, pubblicando anche copia dello scontrino.

Saranno le Fiamme gialle, che subito sono andate ad ispezionare la rivendita, a dover accertare i fatti.  "Si tratta di un caso - evidenzia Sospiri - che, se confermato, rappresenterebbe una vergogna e impone un intervento immediato delle forze dell'ordine, con la chiusura dell'esercizio stesso, costringendo l'attività a rimborsare il malcapitato".

"Ormai da giorni, - peosegue - in città, si è aperta la caccia alle mascherine, utili a proteggere naso e bocca quando si è costretti a uscire da casa, e a disinfettanti per le mani che però sono andati esauriti. In questo momento critico - conclude - è compito delle istituzioni tenere la guardia alta e prestare attenzione a tutti i segnali che ci arrivano dal territorio, soprattutto per garantire la tutela dei cittadini che, ovviamente, sono confusi, spaventati e alla costante ricerca di possibili soluzioni contro quel Coronavirus che, di fatto, in poche ore, ha letteralmente stravolto le nostre vite".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2652

Condividi l'Articolo