Coronavirus. Guarito l'ex pilota Liuzzi. 'Uscito dall'inferno. Non sottovalutare questa brutta bestia'
GUARDA LE FOTO

"Il viaggio all'inferno", come l'aveva definito, è terminato. Vitantonio Liuzzi, ex pilota di Formula 1 dal 2005 al 2007 e dal 2009 al 2011, che ha corso per Red Bull, Toro Rosso, Force India e HRT, dopo il ricovero per Covid, ora festeggia la guarigione. 

Ha scoperto la positività al coronavirus il 23 ottobre, con le sue condizioni che il 29 sono precipitate. E' stato ricoverato nella clinica di Malattie infettive dell'ospedale di Chieti e sottoposto a ventilazione assistita, per una polmonite bilaterale da coronavirus. La battaglia per la vita è stata particolarmente complicata. 

La moglie, Francesca Caldarelli, anch'ella in isolamento, adesso scrive sui Instagram: "Sono stati momenti di paura. Un incubo. Per cinque giorni solo tante preghiere perché il farmaco potesse fare effetto e perché la situazione non degenerasse. Un incubo che sta facendo tanti danni. Oggi però ringrazio Dio perché la luce e il sole sono tornati in questa casa. Ora solo tempo per noi".

"Dopo 25 giorni di positività e quarantena chiusi in casa, - racconta sui social Liuzzi, originario di Locorotondo (Bari), ma adottato dall'Abruzzo da tanti anni, dato che vive a Pescara con la famiglia, - dopo 7 giorni in ospedale, per i quali ringrazierò sempre il dottor Jacopo Vecchiet ed il suo staff dell'ospedale di Chieti per come si sono presi cura di me, sono tornato alla libertà. Finalmente negativo e riammesso in societá per aver battuto il Covid-19. Sono stati giorni molto difficili, specie quelli lontani dai miei amori e dalle piste. Non sottovalutate questa brutta bestia chiamata Covid perché tutti pensano di essere superiori a questo virus. Fortunatamente una gran percentuale di persone colpite è asintomatica e quindi lo supera senza problemi ma se prende nel modo sbagliato, essendoci passato, assicuro che ti rende veramente debole e impotente. Non scherzateci e prendete sempre tutte le precauzioni. Tornare alla libertà anche se parziale, vista la zona rossa è comunque qualcosa di impagabile".  19 nov. 2020

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 608

Condividi l'Articolo