Covid. Chieti. Bimbo con polmonite e genitori in quarantena: i carabinieri provvedono acquisto medicine

Il bambino era stato appena dimesso dall’ospedale di Chieti, dove era stato ricoverato per una brutta broncopolmonite bilaterale da Covid-19. I genitori erano in quarantena.

Per ciò mamma e papà del piccino,  non avendo parenti e amici disponibili e non avendo avuto riscontro dagli enti e strutture sanitarie contattati, causa anche lo stato di emergenza attuale, si sono rivolti ai carabinieri, ai quali hanno chiesto assistenza.  E i militari, della stazione di Chieti Scalo, hanno provveduto all’acquisto dei medicinali per il piccolo di sette mesi.

Sabato sera scorso, quando sono stati emssi al corrente della situazione, si sono recati nella più vicina farmacia di turno, hanno comprato l'occorrente e hanno consegnato a domicilio le medicine.

La famiglia così si è vista risolvere un problema al momento insormontabile e ha mostrato gratitudine verso i carabinieri. 10 gen. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2765

Condividi l'Articolo