Coronavirus.  Un morto a Tollo. 'Ciao Daniel, gigante buono...'. E' la vittima più giovane in Abruzzo
GUARDA LE FOTO

E' morto all'ospedale di Chieti. Si tratta di un 38 enne residente a Tollo (Chieti), ucciso dal Coronavirus. Daniel Sireteanu (nella foto) era ricoverato al "Santissima Annunziata" in terapia intensiva. Non aveva altre patologie. Si tratta della più giovane vittima in Abruzzo. 

Aveva origini romene, era sposato e viveva a Tollo da 18 anni. Lavorava come autotrasportatore per una ditta di Bisenti (Teramo), centro inserito in zona rossa. Si era ammalato una ventina di giorni fa ed era finito in ospedale in condizioni già critiche.

"Ciao Daniel, gigante buono", così il sindaco di Tollo, Angelo Radica, che ha invitato tutti ad accendere, sulla finestra o sul balcone, una candela. "Stamattina alle 6.30 circa - ha scritto in un post - ci ha lasciato Daniel, un uomo forte, buono e generoso, cittadino modello, marito amorevole e lavoratore impeccabile. Dopo aver lottato con il terribile virus non ce la fatta. Io ci speravo, sua moglie Dumitrela Apetrei ci sperava. Ci siamo sentiti spesso per messaggio e l'altro ieri mi disse che Daniel stava lottando come un leone, che migliorava, abbiamo pregato tanto, ma ci ha lasciati tutti più tristi, soli e increduli. Daniel caro, proteggici da lassù che ne abbiamo tanto bisogno", conclude.

"E' vero che in questo mondo non c'è posto quelli con un cuore grande; sentite condoglianze ai familiari, parenti e amici. Che il Signore ti accolga nelle sue mani, sicuramente il posto che ti spetta di diritto caro Daniel, anche se sei stato strappato ingiustamente da questa vita nel pieno della tua gioventù", dicono sul suo profilo Facebook. E ancora: "Anima gentile 😓😓😔! L'ultima volta che ci siamo visti piangevi, ma di gioia... è stato il giorno del tuo matrimonio. Io ora piango ma per il dolore!! Lo so, Dio ti voleva accanto a lui, uomo senza peccati! Rimarrai per sempre nelle nostre anime!!"

Tanti i messaggi di cordoglio sui social, soprattutto in romeno. "Mi sono svegliata con la più triste delle notizie- scrive Naida -. Il Covid19 ha portato via un ragazzo speciale! Facevamo il compleanno insieme (era stato il 20 marzo, ndr) caro Daniel ed ogni anno, da quando ci siamo conosciuti, ci sentivamo per farci gli auguri.. Quest'anno quella telefonata non c'è stata perché stavi male e non ho potuto sentirti per l'ultima volta. Hai lottato tanto ma non ce l'hai fatta e con la tua morte mi viene da pensare che questo virus sia una punizione che ci sta portando via le persone più buone, dolci, sensibili ed indifese😢 Da oggi in Paradiso ci sarà un angelo in più e sulla terra uno in meno.. ma resterai sempre nel mio cuore e di tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerti". 

"@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 27451

Condividi l'Articolo