Coronavirus. Abruzzo. Un aquilano tra i casi di Covid 19 accertati all'aeroporto di Ciampino

C’è un aquilano tra i casi di coronavirus scovati, ieri, con i tamponi rapidi effettuati all’aeroporto di Ciampino a Roma.

Lo ha comunicato l’Unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio. A quanto è stato possibile ricostruire si tratta di un viaggiatore rientrato dall’estero, in particolare dalla Spagna, e che è stato posto in isolamento, con conseguente avvio delle procedure di tracciamento dei contatti a livello internazionale.

Sono 27 i contagi accertati nelle ultime ore negli scali di Fiumicino e Ciampino. Nello specifico si registrano 15 casi all'aeroporto di Fiumicino e tra questi cinque sono residenti nella capitale, tre nel reatino, due in Toscana, due in Puglia, uno in Liguria e due spagnoli. I restanti 12 casi sono stati individuati a Ciampino e tra questi quattro residenti nella capitale, tre in Umbria, uno in Abruzzo, due cittadini spagnoli, un cittadino greco e uno albanese. "Un lavoro utile per la sicurezza del Paese", afferma l'Unità di Crisi.

In Abruzzo... Sono circa 110 i passeggeri atterrati ieri a Pescara con voli provenienti da Bucarest e Malta e sottoposti a tampone. I viaggiatori arrivati dalla Romania, a prescindere dall'esito del test, dovranno rimanere in isolamento per 14 giorni, mentre chi torna da Malta dovrà osservare la quarantena fino alla comunicazione del risultato del tampone. In particolare, sul volo arrivato da Malta alle 16.25 erano in 72, mentre su quello da Bucarest, atterrato alle 13.25, c'erano 32 passeggeri. Intanto in aeroporto sono cominciate le operazioni di sanificazione di tutti i bagagli in partenza e in arrivo, misura voluta dalla Saga, società di gestione dello scalo, nell'ambito delle attività finalizzate al contrasto alla diffusione del virus.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1071

Condividi l'Articolo