Coronavirus. Tre casi a Torino di Sangro, altri 4 a Fossacesia. La situazione in vari centri d'Abruzzo colpiti

Altri 4 contagi da coronavirus a Fossacesia (Ch) dove complessivamente i casi salgono a 9. Otto di essi fanno capo ad un'unica famiglia. E tre casi a Torino di Sangro (Ch): anche questi sono riconducibili al focolaio di Fossacesia (Ch). Dove l'infezione sarebbe dilagata, tra parenti, a seguito di un pranzo. Il primo ad aver contratto il virus è stato il capostipite, che ora versa in gravi condizioni, in Rianimazione, a Pescara. In ospedale, a Chieti, c'è invece la moglie. 

"Il Dipartimento di prevenzione della Asl Lanciano/Vasto/ Chieti - scrive in un post il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio - ci ha informato della presenza di nove casi complessivi di positivi al Covid-19, di cui 8 appartenenti allo stesso ambito familiare. La Asl ha attivato, come di consueto, tutte le misure di contenimento comprese le indagini sull’origine del contagio e sui contatti avuti. Mi sono sentito - aggiunge - con alcuni di loro, che mi hanno riferito che, a parte per due attualmente ricoverati, per gli altri le condizioni di salute sono buone e soprattutto che hanno adottato ogni più utile accortezza e precauzione. A loro rivolgo i miei più sinceri auguri di pronta guarigione ed un ringraziamento di cuore per il comportamento responsabile che hanno avuto.
A tutti i cittadini rinnovo l’appello di rispettare tutte le norme attualmente in vigore ed in particolare la distanza di sicurezza, l’utilizzo delle mascherine ed il divieto di assembramento".

In provincia ci sono tre nuovi casi anche a Chieti e 7 complessivi a Montenerodomo (Ch), dove il virus è esploso dopo una festa di compleanno. Un 68enne del piccolo centro del Sangro è ricoverato a Pescara e tra gli infettati c'è una bimba di tre anni. 

Nel giorno in cui l'Abruzzo fa registrare 54 contagiati, ecco anche un'altra vittima. A perdere la vita Tommaso Ve., 86 anni, di Sulmona (Ch), che si è ammalato dopo aver preso parte, nel periodo di Ferragosto, ai festeggiamenti per San Rocco in una frazione di Bugnara (Aq), di cui era originario. 

Situazione delicata pure nel Teramano: a Torano Nuovo, con 4 casi; a Tortoreto (2).  "Cari concittadini – scrive su Fb il sindaco di Torano, Anna Ciammariconi - ho ricevuto dal Siesp della Asl-Teramo comunicazione di 3 casi accertati di positività, domiciliati presso il nostro Comune. Sono stati pertanto attivati tutti i protocolli previsti. Alle persone in questione formulo i migliori auguri di pronta guarigione; vi sono vicina e resto a disposizione per qualsiasi necessità". 

Nel Pescarese, invece, ecco tre casi a Nocciano e 5 a Pescara. Ricoverato, a seguito di febbre alta, il segretario nazionale di Rifondazione comunista, Maurizio Acerbo. 18 sett. 2020

La Redazione

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 15059

Condividi l'Articolo